Pasta Brisé

Adoro le torte salate, ma non amo per nulla comprare le paste pronte. Certo “son comode e veloci”, ma quante schifezze ci son dentro? Quindi un giorno che avevo voglia di una bella torta salata, mi son messa su internet a cercare una ricetta semplice per una pasta brisee sana. Son così finita sul blog di Marco Bianchi a leggere la sua ricetta, e da quel giorno non l’ho più cambiata. Non solo è buonissima, ma si prepara in meno di 5 minuti! Continua a leggere per la ricetta…


Ingredienti (1 dose)

300gr farina
80ml olio EVO
100/120ml acqua
1 pizzico di sale

Conservazione

La pasta brisè può essere conservata o in frigo per una giornata, oppure può essere congelata fino a tre mesi. Mi raccomando: se la congelate ricordatevi prima di stenderla tra due fogli di carta forno e poi di arrotolarla su se stessa. In questo modo, quando ne avrete bisogno, sarà già stesa e non farete fatiche!


Iniziamo versando acqua e olio in una ciotola. Incorporiamo quindi la farina precedentemente setacciata e unita al pizzico di lievito. Impastiamo fino ad ottenere un panetto bello liscio, prima in ciotola e poi sul piano da lavoro leggermente infarinato. Avvolgiamo quindi il panetto con la pellicola e riponiamo in frigo a riposare per almeno un’oretta.

Una volta passato il tempo necessario, tiriamo fuori la pasta e lasciamola acclimatare 5 minuti. Stendiamola quindi su un foglio di carta forno. A questo punto possiamo decidere o di utilizzarla subito, oppure di coprirla con un altro foglio di carta, avvolgerla su se stessa e riporla in freezer.

La mia prima ricetta: Pancake semplici e veloci

Quinto anno di liceo, domenica pomeriggio. Ecco che squilla il citofono e mi si presentano in casa alcuni compagni di classe. “A casa tua si studia bene” dicevano; “facciamo il gruppo studio così tu spieghi filosofia, Stefano matematica e il resto delle materie poi appariamo”. Quello che volevano dire veramente? “Ci fai i pancake che così studiamo meglio?

Tra tutti, i pancake sono forse quelli che mi hanno fatto più avvicinare alla cucina: semplici da preparare, ma super buoni. Con quelli non sbagliavo mai un colpo. Li ho fatti così tante volte, che col tempo ho imparato non solo a farli ad occhio, ma anche a sostituire vari ingredienti per soddisfare le voglie improvvise di pancake anche quando la spesa non era stata fatta. Qui di sotto la mia ricetta base, quella originale che non mi stancherò mai di fare.

Ricetta

Ingredienti (circa 15 pancake, ma dipende dalla dimensione!)

200gr farina
60gr burro
250ml latte
2 uova
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento

Iniziate sciogliendo il burro al microonde. Mentre il burro raffredda, prendete una ciotola e iniziate a versare tutti gli ingredienti meno il lievito. Unite quindi il burro ed iniziate a mescolare energicamente con una frusta. Consiglio: se non riuscite a darci di olio di gomito, usate le fruste elettriche per un paio di minuti. Alla fine unite il cucchiaino di lievito per dolci e date un’ultima mischiata.

Cottura: mettiamo una padella antiaderente sul fuoco e facciamo scaldare a fiamma bassa. Prepariamoci un pezzetto di burro vicino in modo da poter ungere la padella in caso di bisogno. Prendiamo un bel mestolo e rovesciamo la pastella in padella. Trucchetto: come faccio a capire quando è il momento di girare i pancake? Aspetta che si fanno le bolle in superficie!

Ricorda di imburrare leggermente la padella ogni 2/3 pancake per esser sicuri che non si attacchi nulla. Finita la cottura, servire ancora caldi con abbondante sciroppo d’acero e qualche pezzetto di frutta.

Conservazione

I pancake si conservano tranquillamente in un contenitore ermetico per 2/3 giorni. Possono anche essere congelati fino a 3 mesi.