La pasta con le sarde: due versioni per una super pasta!

Lo so, sono latitante da questo blog da un po’. Ma che dovrei dirvi? A volte semplicemente capitano cose e tu non puoi che farle capitare. Ma l’importante è essersi ritrovati.

Avevo già fatto vedere questa ricetta tramite le stories di Instagram (se non mi seguite, mi trovate QUI) ricevendo un sacco di riscontri positivi: questa ricettina è molto veloce ma di impatto e ci permette di portare a tavola qualcosa di diverso senza troppa difficoltà.

La cosa che più preferisco è che può essere fatta sia col pesce fresco, per un gusto più intenso, ma anche con quello in scatola, per quelle volte in cui proprio ci serve una pasta last minute!


Ingredienti (per due persone)
Sarde* (200g)
200g di pasta (io preferisco gli spaghettoni o altra pasta lunga)
Olive qb
Pinoli 1Cucchiaio
100g Pomodorini
1 spicchio aglio
Olio qb
Pan grattato 2Cucchiai circa
Uvetta 1Cucchiaio

*Se le prendete fresche ricordatevi di chiedere la cortesia di pulirle, perchè non è semplicissimo e porta via parecchio tempo. Io quando le compro fresche ne prendo sempre un po’ in più e poi le congelo.

Conservazione
Vi consiglio di consumare la pasta appena fatta


Iniziamo dal pan grattato: facciamo un giro di olio in padella, aspettiamo in minutino che si scaldi, quindi versiamo anche il pangrattato. Dobbiamo farlo tostare, non bruciare, quindi rimaniamo vigili e continuiamo a girare e a tenrlo d’occhio.
Una volta bello tostato mettiamolo in ciotolino e conserviamolo da parte.

Passiamo quindi al condimento vero e proprio. Qui vi do due opzioni: potete fare quella più ricca con tutti gli ingredienti scritti su, oppure se volete fare proprio una pasta last minute accertatevi di avere almeno uno tra olive e pinoli che serviranno a smorzare un po’ il sapore forte delle sarde.

Prima di iniziare con le cotture, ricordiamoci di mettere a bagno l’uvetta così avrà il tempo di re-idratarsi. Quindi riprendiamo la padella (la stessa in cui abbiamo tostato il pane) e aggiungendo ancora un pocp poco di olio andiamo a tostare anche i pinoli. Mi raccomando, stessa regola; fiamma bassa ed attenzione costante. Quando sono tostati mettiamoli da parte.

Quindi passiamo al condimento vero e proprio: facciamo un bel giro di olio in padella, aggiungiamo l’aglio, i pomodorini e quando il tutto sfrigola possimo agigungere anche le olive e le sarde. Se utilizzate le Sarde in scatola, fate attenzione alle lische che è molto probabile non siano state tolte! Facciamo andare qualche minuto prima di aggiungere anche l’uvetta.
Nel mentre cuociamo la pasta e scoliamola un paio di minuti prima della cottura, che ultimeremo in padella aggiungendo una mestolata di acqua. In questo frangente aggiungiamo anche i pinoli. Terminiamo quindi la cottura risottando la pasta insieme al condimento finchè i liquindi non si sono totalmente assorbiti.

Concludiamo poi tutto con una spolverata (abbondante) del nostro pan grattato:

E voi come la preferite? Nella versione completa o solo Sarde, Pinoli e Pan grattato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *