Colazione lenta: i Waffles

Oggi è un giorno un po’ speciale: il mio blog compie due anni!

Devo ammetterlo, ultimamente l’ho un po’ trascurato, non sono riuscita ad essere molto presente. Ma tra un’emicrania che non mi ha mollata per quasi due mesi ed un periodo molto intendo a lavoro, la voglia di mettersi a cucinare ed in generale a fare cose mi era proprio passata.

Ma adesso eccoci qui, con una nuova ricetta per festeggiare questo piccolo traguardo.

Ho scoperto i waffle per la prima volta durante un viaggio nei paesi bassi: che dire, me ne innamorai! Belli croccanti fuori ma morbido dentro, super zuccherini e perfetti da mangiare semplici così o da accompagnare al gelato. Insomma, rasentano la perfezione!

Una mia amica, scoperta questa mia nuova passione, ben pensò di regalarmi una macchinetta per fare i waffle in casa: fu un regalo apprezzatissimo! Quella che ho io non esiste più purtroppo (parliamo credo di oramai 10 anni fa!) ma in commercio se ne trovano di tantissime e di ogni fascia prezzo.

Ma tornando a noi, macchinetta a parte, lo volete sapere come si fanno i waffle?
E allora continuate a leggere!


Ingredienti (per circa 8 waffle (ma dipende dalla macchina utilizzata)
300g farina
1c di lievito per dolci
50g zucchero*
1 pizzico di sale
480ml latte
130g olio di semi
2 uova medie
1c estratto di vaniglia

*se pensate di mangiarli da soli senza alcun accompagnamento, aumentate lo zucchero a 100g

Conservazione
Volendo si conservano anche un paio di giorni, ma tendo a diventare secchi. Quindi io vi consiglio di preparai al massimo la sera per la mattina e quel che avanza di congelarli per poi tirarli fuori quando serve: in questo modo manterrete intatta la freschezza!



Questa ricetta è davvero semplicissima: iniziamo dalle polveri: pesiamole tutte in una ciotola e diamo una mischiata per amalgamarle: normalmente lo zucchero viene considerato liquido (per la sua umidità) ma in questo caso lo aggiungiamo alle poveri. Quindi mettiamole da parte.

Passiamo ai liquidi e iniziamo rompendo le uova e sbattendole. Poi aggiungiamo l’olio e mischiamo quindi il latte e mischiamo ancora. Quindi versiamo il tutto nelle polveri e mescoliamo.

E il gioco è fatto. Semplice no? Ora non ci resta che aspettare che la nostra piastra per waffle arrivi a temperatura. Ecco qui voglio darvi tre tip preziosissime, che ho imparato col tempo:
1. la piastra deve essere davvero calda, solo così i waffle verranno belli croccanti!
2. se come la mia la vostra piastra non ha un timer, per capire quando i waffle sono pronti guardate il fumo: quando non c’è più fumo allora i waffle sono pronti (in genere comunque ci vogliono sempre due minuti e mezzo/tre
3. fate riposare i waffle su una gratella: in questo modo non si ammosceranno causa del loro stesso calore

Bene, ora tutti i segreti sono svelati, non vi resta che mettervi a cucinare e godervi questa bontà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *