Colazione Autunnale: i pancake alla zucca!

Si sa, l’autunno è un tripudio di zucche. E io vi avevo avvisati che facevo parte del team “metto la zucca ovunque”. Trovo la versatilità di questo ortaggio sorprendente, lo si può davvero inserire in ricette di ogni tipo. Le mie preferite sono senza ombra di dubbio la Classica Vellutata (ricetta QUI), il Ragù di Zucca (ricetta QUI) ed i sofficissimi Muffin alla zucca (ricetta QUI)!

La ricetta di oggi volevo pubblicarla da un po’ perché è uno dei primi “utilizzi-diversi” che ho fatto della zucca, ma non avevo mai avuto l’occasione di fare una foto decente. Finalmente ci sono riuscita e quindi oggi vi racconto come faccio i Pancake alla Zucca!

Questa ricetta è super versatile, si prepara in pochissimo tempo e, se come me siete mamme/papà di un lievito madre potreste anche utilizzarla per far fuori un po’ di esubero (cioè avanzo) di lievito madre (vi scrivo le sostituzioni più giù).

Che dite, li prepariamo?


Ingredienti (per una decina di pancake)
100g polpa di zucca
200g farina
180ml latte
1C zucchero
Cannella qb
1c lievito per dolci
50g olio
2 uova

Conservazione
Potete conservare i pancake in frigo per un paio di giorni

Sostituzioni
Potete ridurre di 50g la farina e il latte e sostituirli con 100g di esubero di lievito madre

NB: tenete sempre vicino a voi sia il latte che la farina perché le zucche possono essere diverse e possono rimanere più o meno umide quindi potreste avere bisogno di aggiungere farina/latte al vostro impasto.


Iniziamo dalla polpa di zucca. Vi avevo spiegato già QUI come fare: semplicemente mettete la zucca tagliata a metà in forno a 180° e cuocete per circa 30′. Per verificare che sia cotta infilate la forchetta nella buccia: se si infila bene allora pronta! Quindi svuotiamo la zucca e facciamo raffreddare la polpa.

In una ciotola pesiamo la polpa e iniziamo a lavorarla con le uova e lo zucchero. Aggiungiamo quindi anche l’olio ed il latte. Quando tutti i liquidi sono ben mischiati aggiungiamo anche il resto degli ingredienti. A questo punto fate un attimo una valutazione della pastella e se vi sembra troppo liquida o troppo densa aggiungete poco alla volta farina o latte.

E adesso non ci resta che cuocere! Come sempre per i pancake, facciamo scaldare un padellino, imburriamo, abbassiamo un po’ la fiamma e poi iniziamo a cuocere. Quando si fanno le bollicine in superficie quello sarà il momento giusto per girare la nostra frittella!

Questo tipo di pancake io adoro servirli semplicemente innaffiati di sciroppo d’acero, essendo già pieni di gusto loro.

E voi come li condireste?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *