Treccine con (esubero di) lievito madre last minute!

E se vi dicessi che è possibile preparare delle gustosissime briochine da colazione, a lievitazione naturale, dalla sera alla mattina? Eh già, e sono anche buonissime! L’idea è nata per caso grazie al mio barattolo degli esuberi (se non sapete cos’è l’esubero di lievito madre andate a leggere QUI): era pieno e voleva essere utilizzato! Volevo però impastare qualcosa di nuovo e soprattutto qualcosa per la colazione del giorno dopo.

Quando ero all’università, spesso papà quando andava più tardi allo studio e sapeva che io non avevo lezione mi coccolava portandomi a casa una brioche a forma di treccina tutta ricoperta di zucchero: la adoravo! Era quella coccola inaspettata di metà settimana, e forse proprio per questo era ancora più buona.

Quindi preso il mio barattolo degli esuberi mi sono messa ad impastare per dare vita a queste nuove briochine. Curiosi di sapere come sono venute?


Ingredienti (per 8 treccine)
200gr Esubero
400gr farina w280 (+qb)
100gr latte (+qb per spennellare)
80gr miele
50gr burro
1 uovo (+1 tuorlo per spennellare)

Le mie tempistiche
Ho iniziato ad impastare alle 12 ed ho lasciato l’impasto lievitare a temperatura ambiente (in cucina avevo circa 24/25 gradi) fino alle 19 che l’ho formato. gli ho fatto fare ancora 3h circa di lievitazione sempre a temperatura ambiente e poi l’ho infornato.

Sostituzioni
L’esubero di licoli può essere sostituito con 3gr di lievito di birra fresco. Per unirlo all’impasto intiepidire il latte e sciogliervelo dentro. Aggiungete però anche 100gr di farina e 100ml di acqua alla lista degli ingredienti. Unirlo quindi al resto degli ingredienti seguendo il procedimento come spiegato sotto ->
Altrimenti potete creare un poolish (un lievitino a base di lievito di birra che renderà i vostri impasti ancora più morbidi) seguendo le indicazioni che vi lascio in questo articolo QUI

Note
L’esubero che utilizzo in questa ricetta era in frigorifero da circa 4 giorni: se il vostro giace inattivo da più tempo, magari iniziate ad impastare un po’ prima, perché avrà bisogno di più tempo per far lievitare l’impasto!


Una delle cose che più amo di questo impasto, è che si prepara davvero in 5 minuti! Iniziate sciogliendo velocemente il burro ed il miele sul fuoco a fiamma lenta. Appena sono sciolti, levateli dal fuoco ed aggiungete il latte: in questo modo il latte arriverà a temperatura ambiente, e burro e miele si raffredderanno. Aggiungete anche l’uovo e mischiate per bene. Quindi in una ciotola iniziate a mettere una parte della farina ed il lievito, ed iniziate ad aggiungere i liquidi. Io inizio a mischiare con una forchetta, aggiungendo la farina poco alla volta. Continuo a mischiare con la forchetta fino a che l’impasto non mi fa resistenza. Aggiungo la farina poco alla volta: infatti ricordate che le farine hanno sempre poteri assorbenti diversi, quindi è bere regolarsi in base alla farina che si sta usando.

Su IG ho pubblicato le storie in evidenza con la preparazione di queste treccine; troverete anche la consistenza finale dell’impasto! Deve essere morbido ma non appiccicoso.

Finite di lavorare l’impasto sul piano da lavoro in modo da ottenere un panetto bello liscio, quindi oliate leggermente una ciotola e mettetelo li a riposare coperto con pellicola fino a che non raddoppia.

Una volta raddoppiato l’impasto, riprendiamolo e dividiamolo in 8 porzioni più o meno uguali. Vi dico la verità: a me piace che le cose fatte in casa siano leggermente imprecise, quindi non ho voluto pesare ogni singola porzione delle treccine accettando il fatto che qualcuna sarebbe stata leggermente più grande/piccola dell’altra. Per ogni singola pallina, iniziamo a fare un primo salsicciotto, e poi dividiamo in tre parti uguali. Tiriamo ogni parte in modo da avere un salsicciotto lungo più o meno 20 cm. Adesso arriva il momento divertente: dobbiamo fare le treccine! Per formarle dobbiamo semplicemente fare una treccia, ma visto che farlo vedere è più facile che scriverlo, se andate sul mio profilo IG troverete le storie in evidenza con il video dettagliato!

Quindi, dopo averle formate, posizionatele su una teglia foderata con carta forno per fargli fare la seconda lievitazione. Quando saranno pronte iniziate a portare il forno a una temperatura di 200°. Poco prima di infornarle, spennellatele con un tuorlo sbatuto con un paio di cucchiai di latte. Io poi su alcune ho anche messo un mix di zucchero e cannella: non ci posso fare nulla, sono un’amante di questa spezia e la metterei ovunque!

Prima della cottura…

Cuocete a 200° per i primi 15 minuti in forno statico, controllando le vostre briochine. Passati i 15′ giratele per ottenere una cottura uniforme e, se necessario abbassate leggermente la temperatura. Fate cuocere ancora 10 minuti e poi sfornate e fate raffreddare su una gratella.

…e dopo la cottura!

Attenzione: in effetti sarà molto difficile aspettare raffreddino, potreste volerne addentare una appena uscita dal forno!

Buona quasi come quella che mi portava il mio Papone 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *