La colazione dei Campioni: Pancake di Albumi

Se siete alla ricerca di una colazione leggera, bilanciata, ma assolutamente non triste e noiosa beh siete proprio nel post giusto! Oggi infatti voglio regalarvi la mia ricetta dei pancake di soli albumi: solo 4 ingredienti per creare le nostre frittelle preferite.

Certo, i puristi dei pancake diranno che questi non possono essere definiti dei veri e propri pancake, perché mancano alcuni elementi (tipo la parte grassa o il latte), ma in barba ai puristi e a tutti quelli che vi hanno sempre detto che i pancake di soli albumi sono roba da palestrati, oggi vi faccio vedere come ottenere degli ottimi pancake un po’ più light dei classici.

Io personalmente adoro questa ricetta, e la utilizzo soprattutto quando nel weekend preparo dei dolci a base di crema e mi avanzano molti albumi: non ho dubbi sulla fine che gli farò fare! Quindi preparate i padellini e via con la ricetta!


Ingredienti (per circa 6 pancake)
200ml di albumi (a me era l’avanzo di 8 uova)
90gr di farina
2C zucchero muscobado (è lo zucchero di canna integrale)
1c di lievito per dolci

Conservazione
Se non consumati subito, vi consiglio di conservare i pancake in frigorifero per 2/3 giorni, o altrimenti congelarli fino a 3 mesi!



Iniziamo versando gli albumi e lo zucchero in una ciotola. Lavoriamoli leggermente con una frusta a mano: non dobbiamo montarli, ma solo renderli leggermente più spumosi. A me piace utilizzare lo zucchero di canna integrale perché, oltre ad avere un aroma delizioso, quasi vanigliato, dona alla pastella anche un colorito più scuro, compensando quindi la mancanza di colore dovuta all’assenza dei tuorli.Aggiungiamo quindi anche la farina con il lievito e mischiamo fino ad incorporarla. Con i pancake io consiglio sempre di lasciar riposare la pastella almeno 15 minuti prima di cuocerla.

Quindi mettete un padellino sul fuoco e preparatevi a cuocerla. Ora avete due scelte: se siete a dieta e avete cercato questa ricetta per avere una colazione “totalmente light”, potete procedere ungendo leggermente la padellina con un po’ di olio di semi. Altrimenti, e questa non vi nego che è la mia opzione preferita (anche nei periodi più “di magra”), prendete un pezzetto di burro ed infilzatelo con una forchetta in modo da poterlo ripassare in padella prima di cuocere ogni pancake; con questo trucco otterrete comunque quel fantastico gusto delizioso del burro, pur senza averne proprio aggiunto all’interno della pastella! Cuocete i pancake a fuoco medio e girateli solo quando sulla superficie si sono formate delle bollicine.

Et voila! la vostra colazione è pronta. E se siete stanchi dei soliti condimenti, perché non provate a condirli con pesche spadellate alla cannella e miele? Vi basterà tagliare una pesca a tocchetti, buttarla in padella con una noce di burro ed un cucchiaino di zucchero integrale e una (abbondante) spolverata di cannella. Dopo 30 secondi sfumate con il succo di mezzo limone. Quindi fate cuocere a fuoco alto fino a che non saranno belle dorate. Spargete sui pancake e ultimate con una bella colata di miele!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *