Sapori di casa: i friarielli napoletani

Quella con i friarielli è una storia strana: li ho sempre disprezzati. Complice il fatto che, sin da piccola, ho “problemi” con gli alimenti piccanti e i friarielli vanno fatti piccanti, non ho mai nemmeno preso in considerazione questa verdura.

Poi non so bene cosa è successo: una sera ero a casa mia, a Napoli, e con noi a cena c’era anche la mia zietta di Modena che va matta per i friarielli. Inizia a fare tanti di quei complimenti a mamma per quanto fossero buoni che alla fine mi son convinta pure io a provarli. Beh, direi che se oggi son qui a parlarvene hanno superato la prova no?

Nonostante il piccantino, mi sono ricreduta su questa verdura. Il danno totale è stato poi quando ho portato per la prima volta a Napoli il mio fidanzato polentone: lui dei friarielli se ne è innamorato! Tornati a Milano, ho iniziato a chiedere la “ricetta” a mamma, ricevendo un secco *non te la do, perché se volete i friarielli ve li venite a mangiare qui a napoli*. Ma alla fine come io ho ceduto al loro assaggio lei ha ceduto alle mie richieste.

Continuate a leggere per scoprire come prepararli:


Ingredienti
Un mazzo di friarielli
Aglio
Olio
Peperoncino

Conservazione
I friarielli si conservano un paio di giorni in frigorifero


Iniziamo dalla pulizia del friarielli: dobbiamo eliminare i gambi più duri e spessi. Una volta puliti sciacquateli accuratamente. In una padella capiente mettete abbondante olio, una testa di aglio e del peperoncino. Non appena l’olio è caldo mettiamo i friarielli in padella.

Piccola nota: lasciamoli belli bagnati così l’acqua gli darà una mano in cottura. Ora non dobbiamo assolutamente fare nulla, solo aspettare che i friarielli appassiscano: mi raccomando, non copriteli ma cercate solo di girarli ogni tanto in modo da farli cuocere uniformemente.

I vostri friarielli sono pronti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *