Vellutata di zucca delica zero sprechi

Sarò mainstream, ma A D O R O la zucca.

Mi piace davvero in ogni modo: grigliata, al forno, speziata, col miele, nel dolci, nelle minestre ecc ecc ecc.

Quando vivevo a Napoli, la mia cultura in merito alla zucca era abbastanza limitata: un po’ tante zucche crescono al nord e al sud non arrivano proprio; un po’ lasciavo girare mamma per i mercati; ma soprattutto non me ne sono mai curata più di tanto: quello che preparava mamma era sempre buonissimo, perchè dovevo cercare altro?

La prima volta che mi sono ritrovata in autunno a fare la spesa qui al mercato, mi si è aperto un mondo: trovo questo banchetto piccolo piccolo, gestito da una vecchina altrettanto piccola, che era pieno di zucca! Ma non solo quei due tipi a cui ero abituata io: c’erano tantissime varietà di zucche, grandi e piccine. Curiosa mi avvicino e approfittando del fatto che non c’era ancora troppa gente, mi sono messa a chiacchierare con la Signora Delle Zucche, per carpire qualche informazione in più.

Quel giorno ho scoperto la Zucca Delica, che è anche diventata la mia zucca preferita. Tornata a casa mi sono poi ingegnata in ricerche varie per capire quante qualità di zucca esistessero, quali potessi reperire qui in Italia, come cucinarle…

Tra le mie preparazioni preferite con la zucca, c’è sicuramente la vellutata: forse perchè la preparava sempre mamma, questo piatto rientra nei miei comfort food preferiti. A casa la facevamo con la zucca napoli: una zucca molto acquosa che aveva quindi bisogno del supporto di un paio di patate per ottenere la giusta consistenza di vellutata.

Da quando però ho scoperto la zucca delica, volevo provare a farci una vellutata, e il caso ha voluto che mi imbattessi in delle IG stories di Uomo senza Tonno che preparava una vellutata di zucca senza sprechi: utilizzava tutto dalla buccia ai semi! Dovevo assolutamente provarla.

Pensavo fosse molto più complicata, invece è velocissima e super gustosa: bisogna solo avere 5 minuti di pazienza alla fine per passare tutto il composto in un colino per evitare eventuali rimasugli duri. Pronti a cucinare?


Ingredienti (per 2 persone)
350gr di zucca delica (con buccia e semi!)
4 pomodorini datterini
1/2 porro
Olio qb
Spezie a piacere

Conservazione
Se non consumata subito la vellutata può essere conservata un paio di giorni in frigorifero, o in freezer fino a 3 mesi


Iniziamo tagliando la zucca a cubetti più o meno uguali: così cuoceranno in modo uniforme. Teniamo da parte i semi che andranno tostati poco prima di aggiungere la zucca. Tagliamo anche dei pomodorini e il mezzo porro. Facciamo un bel giro di olio in padella e appena si è scaldato facciamo andare pomodorini e porro.

Dopo un paio di minuti aggiungiamo i semini e facciamoli tostare un altro paio di minuti. Quindi aggiungiamo la zucca, facciamola andare un minuto e poi aggiungiamo acqua calda fino a quasi coprire la zucca.

Abbassiamo il fuoco e facciamo andare dolcemente per circa una mezz’oretta. Ricordatevi di tanto in tanto di dare una mischiata, in modo tale da non fare attaccare alla padella. Aggiungete acqua a necessità (io ne ho aggiunti altri 3 bicchieri). A me dopo mezz’ora la zucca era pronta: si sfaldava da sola al semplice tocco del mestolo.

Ho tolto dal fuoco e, armata di frullatore ad immersione (ma va bene anche quello col boccale), ho trasformato il tutto in una vellutata. Un ultimo step prima di impiattare: armati di colino passiamo pian piano tutto il composto in modo da eliminare eventuali residui di semini e buccia.

Io l’ho ultimata con un bel giro di olio a crudo, spezie miste prese in Marocco e delle mandorle lamellate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *