Caprese al limone

Se c’è un profumo che mi ricorda casa, è sicuramente quello dei limoni. Ricordo che aspettavo con ansia il momento in cui andavamo a vare visita agli zii che abitano in costiera, perché mia zia mi conosce bene e alla fine mi regalava sempre tanti limoni del loro giardino. I limoni della costiera sono delle vere e proprie prelibatezze: giù si usa farli a fettine e mangiarli con un filo di sale o di zucchero, a seconda che si abbia voglia di dolce o salato. Ma posso dirvi la verità? Secondo me al naturale sono ancor più buoni! Dolci per natura, con quella leggera nota aspra vi esploderanno di sapore in bocca!

Ma volendo tornare a noi, e nello specifico alla pasticceria, parlando di Costiera Amalfitana non si può non parlare di Sal De Riso: pasticcere originario di Minori, che delizia tutti con le sue creazioni gustose. E la ricetta che oggi vi voglio proporre è proprio una delle sue: la Caprese al Limone! Questa è una versione più fresca ed estiva del classico dolce napoletano a base di mandorle, burro e cioccolato, ma sono sicura vi conquisterà.
P.S.: ho seguito le linee guida del maestro, ma più sotto vi evidenzierò i passaggi che ho fatto a modo mio, perché a casa mia si fa così!

Allora, siete pronti a farvi trasportare un po’ in costiera?


Ingredienti (per una teglia d 24cm)

250gr Mandorle pelate
200gr Cioccolato bianco
120gr Zucchero a velo (+ qb per decorare)
5 Uova
1 Limone
50gr Fecola di patate
40gr Zucchero semolato
100ml Olio di semi

Conservazione
Questa torta è molto delicata e va mangiata bella umida, quindi vi consiglio di consumarla in un paio di giorni.

Trucchetto
Il cioccolato bianco è molto burroso: mettetelo in freezer una 10 di minuti prima di iniziare, in questo modo riuscirete a lavorarlo meglio.


Iniziamo montando le uova con lo zucchero semolato: dovranno praticamente triplicare il loro volume. Armatevi di santa pazienza e di fruste potenti. Andate quindi a triturare le mandorle con lo zucchero a velo: secondo la ricetta originale dovreste ridurle in polvere io però preferisco mantenerle più grandi. Generalmente inizio frullando 200gr di mandorle, per aggiungere gli altri 50 in seguito in modo da assicurarmi dei pezzi più grossi che doneranno una bella croccantezza. Prendete il cioccolato dal freezer e tritatelo al coltello: c’è chi preferisce scioglierlo, ma anche qui io personalmente preferisco mantenere dei pezzi più grandi in modo che si sentiranno.

Uniamo in una ciotola tutti gli ingredienti secchi: mandorle + zucchero a velo, cioccolato bianco e fecola di patate. Grattuggiamo la buccia di un limone, ed uniamovi anche il suo succo. Ora non ci resta che aggiungere questi ingredienti alle uova montate: aggiungeteli a più riprese, poco alla volta, inglobandoli con movimenti molto delicati dal basso verso l’alto.

Foderate quindi una teglia ed infornate in forno ventilato già caldo per circa 40/45min a 170°. Monitorate la torta, e se vedete che si scurisce troppo, abbassate la temperatura a 150°.

Aspettate che raffreddi completamente prima di toglierla dallo stampo: è una torta molto delicata che ha bisogno di un po’ di tempo per assestarsi!
Prima di servire, cospargete con abbondante zucchero a velo, e godetevene ogni singola briciola 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *