Torta Pasqualina con Brisè semplice

E’ vero, sono Napoletana. Ma anche un po’ Genovese. E Pugliese… e Fiorentina! Ma oggi sorvoliamo su questo mix e focalizziamoci sulla parte ligure con questa ricetta della Torta Pasqualina. La mia mamma me la preparava sempre quando ero piccola, ed è stato il piatto che più mi ha salvata quando organizzavo le prime cene arrangiate a casa mia con i miei amici. Buona e di effetto, si prepara in poche semplici mosse.

Nella tradizione ligure questa torta viene cucinata nel periodo Pasquale. Si prepara una sfoglia a base di sola acqua, farina ed olio; la si tira sottile sottile sottile, sovrapponendola più volte in modo da creare una pasta friabilissima.

Io qui vi propongo una versione più semplice e veloce, usando come base una pasta brisè classica, ma vi assicuro che il risultato sarà comunque spaziale!


Ingredienti (per una teglia da 22cm)

1 dose di pasta Brisè (qui la mia)
500gr spinaci
250gr ricotta
4 uova
1 noce di burro
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale qb

Conservazione

La torta Pasqualina può essere conservata in frigo 3/4 giorni. Può essere altrimenti conservata in congelatore fino a 3 mesi.


Iniziamo impastando la Brisè in quanto poi dovrà riposare almeno un’oretta in frigorifero.

Dedichiamoci quindi alla farcia. Iniziamo con la cottura degli spinaci: potete scegliere se prenderli freschi oppure surgelati. Mi raccomando: in questo secondo caso la torta deve poi essere consumata interamente e non può essere ri-congelata. Mettiamo una noce di burro in padella, aspettiamo qualche secondo che inizi a sciogliere e versiamo gli spinaci. Se usiamo quelli freschi aggiungiamo anche una tazzina di acqua. Dopo i primi 3/4 minuti a fiamma alta, abbassiamo a lasciamo cuocere a fuoco lento per altri 10 minuti circa. Spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare qualche minuto.

Quando non sono più bollenti, mettiamoli nel bicchiere del frullatore, aggiungiamo la ricotta, il parmigiano, il sale e  un uovo e frulliamo il tutto. Se non hai il frullatore non è un problema! Fai così: taglia grossolanamente gli spinaci e spostali in una ciotola. Qui unisci il resto degli ingredienti e mischia tutto energicamente fino ad ottenere una bella crema corposa.

A questo punto accendiamo il forno 170° ventilato e riprendiamo la pasta dal frigo. Del panetto tagliamone i 2/3 ed iniziamo a stendere: la sfoglia deve essere più larga della teglia perchè poi la dovremo ripiegare su se stessa. Una volta stesa mettiamola in teglia, pratichiamo dei buchetti sul fondo con una forchetta e versiamoci sopra l’impasto. Ora aiutiamoci con un cucchiaio e creiamo tre buchini nella crema di ricotta e spinaci: in questi ci andremo ad adagiare le restanti tre ovette aperte e senza il guscio.

Ora non ci resta che stendere il “coperchio” della nostra torta, metterlo sull’impasto e chiudere i bordi. Pratichiamo dei piccoli foretti in superficie (stando attenti a non rompere i tuorli!) e via in forno ben caldo per 50 minuti.

Sforniamo la Pasqualina e aspettiamo un po’ che raffreddi prima di servirla. Questa torta si presta benissimo ad essere consumata da fredda, ed è per questo che è perfetta per i pranzi pasquali o i pic-nic di pasquetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *