Pesto Genovese

Se c’è un condimento del quale non mi scoccerò mai, quello è il pesto. Ogni volta che mi vedo con la mia cuginetta genovese c’è uno scambio di questo prezioso oro verde, ma poi quando finisce come si fa? Non amo comprarlo pronto principalmente perchè purtroppo i pesti confezionati sono spesso pieni di schifezze (e di burro, e che cosa ci azzecchi il burro col pesto ancora devo capirlo!) quindi ecco qui la mia ricettina per il pesto fatto in casa.


Ingredienti (per circa 4 dosi)

50gr foglie di basilico
20gr di pinoli
50gr Parmigiano grattugiato
30gr Pecorino
100ml Olio evo
1 pizzico di sale
1/2 spicchi d’aglio (a seconda della sua forza ed intensità)

Conservazione

Una volta preparato, conservare in frigo coperto di olio per non più di 3 giorni. Può essere congelato fino a 3 mesi.


Iniziamo con la pulizia del basilico: prendiamo un panno pulito e “spolveriamo” delicatamenteogni foglia. Il vero pesto alla genovese andrebbe fatto nel mortaio, io purtroppo non ne ho uno e mi accontento del frullatore. versiamo quindi tutti gli ingredienti nel mixer e frulliamo 10 secondi alla volta per più riprese. Mi raccomando, è molto importante fare queste pause perchè ci aiutano a non far surriscaldare le lame, e di conseguenza il nostro pesto. Una volta raggiunta la cremosità desiderata, il nostro pesto è pronto per essere utilizzato.

Come possiamo conservarlo?
–  in frigorifero: mettiamo il pesto in un barattolino e copriamo con olio
–  in freezer: possiamo congelarlo in barattolo o nella formina del ghiaccio per avere porzioni singole da scongelare a seconda delle necessità (questo metodo è comodissimo quando per esempio vogliamo aggiungere un cucchiaino di pesto alle nostre verdure)

Una risposta a “Pesto Genovese”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *