Pasta Frolla

Come da piccola adoravo giocare col didò, ora adoro pasticciare con gli impasti. Uno su tutti mi da più gioie, per il profumo di buono che mi lascia sulle mani: la pasta frolla. Se dovessimo parlare seriamentedi pasta frolla, un articolo solo non basterebbe. Per sintetizzare, possiamo dire che in pasticceria esistono tre metodi di “frollatura”: un metodo classico, un metodo sabbiato, e un metodo montato. Con questi tre metodi, variando le dosi degli ingredienti, possiamo ottenere una serie di tipi diversi di frolla. Ma la mia nonna tutto questo non lo sapeva mica! E io ho deciso di riportarvi qui sotto la sua ricetta storica:


Ingredienti (1 dose)

500gr farina
200gr burro morbido
2 uova + 2 tuorli
150 gr di Zucchero finissimo
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia

Conservazione

La frolla, se non usata/consumata subito, si conserva in frigo per un paio di giorni. Può anche essere congelata e vi consiglio di stenderla prima tra due fogli di carta forno, arrotolarla su se stessa e poi metterla in freezer.


Prima di iniziare, ricordiamoci di tirare il burro fuori dal frigo per farlo ammorbidire un po’. Iniziamo quindi lavorando con le fruste il burro con lo zucchero fino ad ottenere quasi una crema. Aggiungiamo quindi le uova + i tuorli e l’aroma di vaniglia. Quando tutto è amalgamato per bene, aggiungiamo la farina poco alla volta.

Aiutiamoci ancora un po’ con le fruste, ma poi lavoriamola velocementecon le mani fino ad ottenere un panetto liscio che non si appiccica alle mani. Avvolgiamola con la pellicola e lasciamola riposare in frigo almeno un’ora.

4 risposte a “Pasta Frolla”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *